IPPAZIO FRACASSO-BAACKE

Loebellstr. 13a

D-33602 Bielefeld

Tel: 0521 - 65541

Mobil: 0170 - 4824875

 

info@atelier-fracasso.de

www.atelier-fracasso.com

 

 

Preoccupandosi criticamente e permanentemente della sua propria arte ma anche delle tradizioni con cui e legato, Fracasso ha raffinato i suoi mezzi di espressione e cosi e arrivato al Concrescismo II. Questo catalogo contiene una scelta di quadri tipici. Le differenze fra il Concrescismo II e il primo periodo del Concrescismo sono particolarmente evidenti. Il Concrescismo II e caratterizzato da un‘unione dell‘espressione artistica e la significazione. Adesso la significazione ha piu d‘importanza del disegno e delle forme espressive dell‘artista. Il disegno, i colori, la distribuzione delle luci e delle ombre devono essere considerati come un‘unita. Quello che la gente che guarda il quadro non riesce piu a vedere e la genesi del quadro che e caratterizzato da quella tridimensionalita. All‘inizio Fracasso disegna il tema, copiando precisamente l‘originale. Poi comincia il processo dell‘astrattificazione: con una matita vengono accentuate linee e conture per fare apparire cubi di forme diverse. Poco a poco il quadro viene colorato e finalmente, Fracasso distribuisce le conture, le luci e le ombre per arrivare alla pluridimensionalita della sua arte. Per conseguenza non bisogna discutere il problema concernando l‘opposizione della pittura di figure e l‘astrazione avanguardista.


Mentre nel suo Spazialismo Lucio Fontana (fig. 2) tiene particolarmente conto del materiale e, tagliando la tela, cerca di superare l‘ostacolo della bidimensionalita, Fracasso rifiuta questo gesto romantico. Lui da al quadro la dimensione dello spazio, fidandosi dell‘ aspetto artisanale della pittura e delle varie possibilita della forma, del colore cosicche delle luci e delle ombre. La dinamica dello spazio non e annichilita ma piuttosto accentuata (Madonna.Sistina,fig. 10)

Il mezzo di cui Fracasso si serve e la frattura. Un simbolo centrale, cioe le sfere, son sparite. Fracasso ha sempre considerato le sfere come segni della fortuna e della perfezione. Fracasso si e occupato profondamente con il suo desiderio di armonia. Questo desiderio e riflesso con impetuosita nei suoi quadri nuovi. Le superfieie si annichiliscono, cadono, s‘ avvicinano in vari angoli, offrendo una perspettiva pluridimensionale e profonda. Nello stesso tempo esprimono un‘instabilita immediata. Le figure hanno perso la loro stabilita, la superficie e sparita ed e stata sostituita dalla distruzione di forme ben conosciute. Per Fracasso e per ogni buon pittore vale che le sue idee (la significazione dei quadri) non determinino necessariamente i mezzi artistici; puo anche succedere il contrario: l‘artista prova mezzi artistici che sviluperanno nuove significazioni. Quindi Fracasso preferisce il triangolo che, nel suo movimento viene trasfigurato da linee ondulate che, nella maggior parte dei casi, si trovano davvanti al triangolo: la superficie crepa e la figura propria (un uomo ad esempio) apparisce.

Ma la tradizione italiana e conservata non soltanto per quanto riguarda i temi. E di nuovo la distribuzione dei colori con tutti i suoi contrasti o gerarchie che, malgrado il suo codice enigmatico della distruzione, evita che il desiderio di essere guariti dalla bellezza non sparisca (cf. l‘illustrazione fig. 27 „Kopfschmerz“ -Mal di Testa). Non si pue dire che i quadri siano contraddittorii, al contrario sono pieni di tensioni; rappresentano in un modo diverso di Chirico un mondo alienato (fig. 7), purtroppo le forme e i colori non fanno della disintegrazione una triste proclamazione dell‘apocalisse ma conservano il principio della speranza. Adesso questo principio fa parte delI‘ espressione artistica.

Persino nell‘instabilita Fracasso cerca l‘ordine nella costruzione di un mondo che non smette di sviluppare nuove varianti ma i principii della costruzione di cui rimangono riconoscibili. Inoltre ci sono anche i colori puri al contrasto di „Autoritratto“ di Sironi, 1913 (cf. fig. 3).

Il messaggio di Fracasso e che „la natura del uomo“ non esiste come una natura visibile. Secondo Fracasso „uno sguardo riflettendo lo stato d‘anima“ e soltanto un cliche. Figure gia menzionate sono riconoscibili, ma soltanto con l‘aiuto di mezzi artistici: il disegno, le forme, i colori, le luci e le ombre. In questo contesto la „Pipeline für Europa“ („Oleodotto per l‘Europa“, fig. 9) pue essere interpretato come un mosaico la complessita delle forme di cui illustra il tema del quadro: bisogna creare un‘Europa unita non solamente sul livello tecnico (per quanta riguarda il trasporto di petrolio ad esempio).

Particolarmente interessanti sono i ritratti che Fracasso sviluppa seguendo originali di varie personalita. Il famoso autoritratto di Albrecht Dürer (fig. 6) viene tradotto nella lingua di Fracasso (fig. 6). E ammirabile come Fracasso riesce a modernizzare l‘ espressione del ritratto. La „Madonna Sistina“ gia menzionata (l‘ originale di Raffaello si trova a Dresden) e ridotta al tema proprio, la madonna, che qui rappresenta un travestimento della dolcezza celeste tipico dell‘ originale. Le proporzioni dei colori vengono trasformati nel mondo nuovo creato da Fracasso, ma in che modo scandalizzante!

Creare delle codificazioni e il piacere del pittore, scoprire quelle codificazioni e la predilezione del conoscitore. Prendiamo il farnaso quadro „Goethe in Campagna“ (fig. 4). In questo quadro Fracasso e riuscito a creare una trasformazione fondamentale che naturalmente rimane nascosta alla gente che si concentra a riconoscere vari elementi. Grazie alla sua trasformazione Fracasso e lontano dal presentare quadri che piacciono al primo sguardo. Il loro valore artistico si rivela soltanto dopo uno studio approfondito. 0 prendiamo il triangolo in quadrato (fig. 1): ecco un elemento isolato per quanto riguarda il suo contenuto e estrapolato del suo rapporto con altri triangoli e cubi. Non cerchiamo una significazione nel senso romantico, ma rendiamoci conto che e la cosa se stessa che importa. Fracasso non dipinge paesaggi. Principalmente trova che tutte le esposizioni siano problematiche, perche ogni quadro si trova accanto agli altri quadri. Cosi e difficilmente possibile guardare e analizzare i quadri profondamente. Secondo lui ogni quadro deve rappresentare un mondo e dev‘essere indipendente.

 
Druckversion Druckversion | Sitemap
www.atelier-fracasso.com